86-90 Paul Street, London, EC2A 4NE
+44 (0) 203 5293706

Le principali tendenze sui social media nel 2019

Quali saranno i cambiamenti nel social media marketing per il 2019?

Il 2018 è ormai alle spalle e chi lavora nel digital marketing ha già la necessità di conoscere quali saranno le tendenze sui social media nel 2019. L’anno appena trascorso è stato intenso per tutte le piattaforme di social media ma già si prevedono nuovi cambiamenti. Il ruolo dei marketer nell’ambito dei social media richiede continua flessibilità e capacità di adattamento al fine di attuare sempre strategie di successo. Il social media marketing deve essere costantemente aggiornato in base alle tendenze in evoluzione del settore. Le piattaforme dei social media si evolvono, infatti, ad un ritmo molto rapido. Esaminiamo da vicino le principali tendenze dell’anno e in che modo influenzeranno il 2019.

L’importanza dei video nei post sul blog del 2019

I post lunghi sul blog possono ancora coinvolgere i lettori, a condizione che siano accattivanti e formattati correttamente per facilitare l’esperienza di lettura su tutti i dispositivi. La fruizione di contenuti deve andare oltre il testo scritto: video e podcast all’interno dei post hanno riscosso e stanno riscuotendo un grande successo. Il marketing video sta diventando sempre più interessante sia per i brand che per gli utenti che notano il contenuto che spicca. Il 2019 sarà l’anno in cui più marchi sperimenteranno diversi tipi di video tra i diversi canali. Da una parte, video brevi con didascalie, indirizzati agli utenti mobili. Dall’altra, lunghi video caratterizzati da una narrazione potente e storie particolarmente interessanti. Lo streaming live è un’altra tendenza ora disponibile su molte piattaforme. Gli utenti si trasformano in emittenti e i marchi diventano editori per avvicinarsi al loro pubblico.

I podcast audio sui blog nelle strategie di marketing del 2019

Anche i podcast ed i contenuti audio hanno visto un successo crescente nello scorso anno. Il contenuto audio ci sta riportando ai giorni della radio, come strumento ottimale per recuperare le storie e i prodotti preferiti mentre si è in viaggio. Ciò che rende speciali i podcast è il fatto che si concentrano ancora sul contenuto piuttosto che sulla promozione. Le persone si iscrivono a un podcast perché sono interessate ai contenuti, sia che provengano da un marchio che da un’altra persona fisica.

Investire sui social media nel 2019

Gli investimenti economici nelle pubblicità sui social network sono in aumento ma è necessario considerare che siamo vicini alla saturazione degli annunci. È importante, quindi, valutare in base agli obiettivi e al tipo di annunci su quali canali investire. Nel 2018 il livello di coinvolgimento di Instagram ha incuriosito molti operatori di marketing che hanno provato ad aumentare gli investimenti pubblicitari sul canale. I Feed e le storie di Instagram sembrano portare un buon ROI per molti marchi, ma cosa succede se numerosi altri marketer creano annunci per la piattaforma specifica? Il 2019 vedrà probabilmente un ulteriore aumento della spesa pubblicitaria del marketing sui social, con Instagram che sta crescendo in popolarità. Una spesa pubblicitaria crescente, infatti indica il crescente interesse per una piattaforma, però può anche segnalare l’inizio di un aumento dei relativi costi.

App di messaggistica vs app dei social media nel 2019

La quantità di tempo che le persone dedicano alle app di messaggistica è cresciuta in modo esponenziale nell’ultimo anno. Le app per smartphone di messaggistica nel 2018 hanno già superato le app dei social media in uso e questa tendenza probabilmente dominerà nel 2019. Le persone tendono a spostarsi dai post pubblici sui social media verso la messaggistica privata:

  • sia che si tratti di raggiungere i loro amici
  • sia che desiderino rimanere in contatto con i loro marchi preferiti.

Ciò che rende interessante la messaggistica è che i marchi attraverso di essa possono trovare maggior coinvolgimento dei loro utenti. Questo perché tramite i messaggi privati hanno modo di comprendere come le persone utilizzano le app. La ragione per cui le app di messaggistica sono diventate ancora più popolari è anche la crescente mancanza di fiducia nei social network.

Quali sono le app di messaggistica più competitive nel 2019?

A detenere un’ampia percentuale del mercato della messaggistica sono le app:

  • WhatsApp,
  • Messenger,
  • Viber,

Queste hanno già introdotto funzionalità aggiuntive per andare oltre la messaggistica. Sono comparse infatti sul profilo di ciascun utente registrato lo “stato”, le “stories”, gli aggiornamenti di notizie, i robot automatizzati per le funzioni di servizio clienti e di e-commerce. Queste funzionalità avvicinano moltissimo i sistemi di messaggistica ai social network. Nel 2019 i brand dovranno esplorare un mondo completamente nuovo per sfruttare la tendenza degli utenti ad utilizzare la messaggistica.

Vantaggi delle nuove tendenze sui social media nel 2019

Le nuove tendenze 2019 - Akira Digital
Le nuove tendenze 2019 – Akira Digital

Nel 2019 i media continueranno a cercare modi per trovare il proprio posto tra le generazioni più giovani. Attingere a questi segmenti di pubblico sarà impossibile se non ci si troverà in una posizione centralizzata in tutti i media, attraverso la quale gli utenti possano fruire comodamente dei contenuti. Le app di messaggistica offrono la piattaforma ideale per raggiungere questo obiettivo. Il vantaggio principale è che consentono un’esperienza di utilizzo personalizzata. Per i giornali, ad esempio, la capacità di transizione su piattaforme social come le app di messaggistica è fondamentale per mantenere il contatto con i lettori. Questo tipo di strategia dà loro accesso a una nuova demografia di utenti.

Punto a sfavore per i social network nelle strategie di marketing del 2019

È molto importante per un marchio essere trasparente con il suo pubblico anche se si tratta di ammettere i propri errori o di aggiornarlo sulle modifiche recenti attraverso i canali digitali. Il 2018 è stato un anno turbolento per Facebook, che ha creato disagi a molti utenti e aziende per quanto riguarda la condivisione dei dati. Le preoccupazioni degli utenti sul rispetto della privacy sono in aumento e fanno sì che tutte le piattaforme di social media abbiano compreso che guadagnare la fiducia è fondamentale. Nel 2019 si prevede, quindi, un lavoro di “riconquista” degli utenti da parte dei social network attraverso la maggior trasparenza sull’utilizzo dei dati. Nel frattempo, però l’attenzione dei brand si è spostata sulle app di messaggistica.

Restringere l’attenzione su canali specifici: una delle principali tendenze dei brand sui social media nel 2019

Il social media marketing sta diventando più competitivo e i professionisti di maggior successo si rendono conto che è necessario concentrarsi sui canali più performanti per il proprio business. Sono finiti i giorni in cui ci si doveva iscrivere a Facebook semplicemente perché “c’erano tutti”. Attualmente la tendenza dei marchi è quella di ricercare un pubblico di nicchia che sia rilevante per la loro attività. È inutile trasmettere lo stesso messaggio a tutte le piattaforme se non si vede un riscontro positivo da ciascuna di esse. Sarà bene quindi:

  • cominciare analizzando dove si trova il proprio pubblico di riferimento e quali canali funzionano meglio per i propri obiettivi di business;
  • esaminare le prestazioni correnti e impostare gli obiettivi per migliorarli nella direzione verso la quale si desidera spostarli.

La realtà aumentata: una tendenza di marketing del 2019 per diventare più mainstream

I social media e la tecnologia AR (augmented reality o realtà aumentata) stanno sperimentando valide combinazioni.  Facebook ha investito molto nel 2018 nella AR nel tentativo di dominare il campo e questo fa capire che ne ha intuito il potenziale. Gli effetti fotocamera AR sono disponibili anche in Messenger per garantire che la messaggistica e l’esperienza del cliente continuino a migliorare. I marchi coinvolgono l’AR per migliorare l’esperienza del cliente, ad esempio negli acquisiti online. La realtà aumentata può rendere il messaggio del brand coinvolgente e divertente.