86-90 Paul Street, London, EC2A 4NE
+44 (0) 203 5293706

Facebook search: Facebook è un motore di ricerca locale. Ecco come usarlo

A seguito del lancio di Graph Search nel 2013 il primo social network di Mark Zuckerberg si è fatto strada tra i competitor di Google. Nel 2019 possiamo affermare che Facebook è un motore di ricerca di informazioni, persone e dati molto utilizzato. Graph Search era limitato per quanto riguardava l’ottimizzazione e i post indicizzati. I risultati che restituiva erano focalizzati sulle relazioni tra persone, luoghi e cose all’interno di Facebook. Nel 2015 invece c’è stata la vera svolta per quanto riguarda la ricerca per parole chiave. Vediamo come si è sviluppata la nuova funzione del social network nel tempo.

GRAPH SEARCH ED IL MOTORE DI RICERCA SU FACEBOOK

Cosa ha comportato l’introduzione di Graph Search nel 2013? Questo strumento prendeva pagine, categorie e persone e le trasformava in una “ruota girevole” di filtri fortemente personalizzata per ciascun utente, che restituiva risultati diversi per tutti. Una particolarità è stata che ha permesso agli utenti di usare un linguaggio più spontaneo e personale nelle parole inserite per la ricerca. I due principali svantaggi invece erano che:

  • si doveva sapere già esattamente cosa e chi si stava cercando per ottenere risultati utili;
  • si doveva sperare che ciò che si cercava avesse una pagina o un tag associato.

Nel dicembre del 2014 invece Facebook ha aggiunto la funzionalità di ricerca delle parole chiave a Graph Search. In questo modo si sono integrati i risultati precedenti con dati basati su parole chiave relative agli “amici” ed alle persone con cui gli amici avevano interagito.

DA QUANDO FACEBOOK PUÒ ESSERE USATO COME UN MOTORE DI RICERCA?

Nell’ottobre del 2015 arriva la vera svolta. Facebook espande la ricerca a tutti i 2 trilioni di post pubblici. Meno di un anno dopo, apre le porte del motore di ricerca a notizie e post pubblici globali, in tempo reale. Dai risultati delle cerchie interne quindi, si passa ad una ricerca verso post pubblici. Da allora il social network è diventato un motore di ricerca in competizione con Google.

facebook-search
facebook-search

Graph Search ha smesso di funzionare nel 2018, senza alcun annuncio ufficiale da parte della società. La funzionalità, però, è stata sostituita da un nuovo motore di ricerca interno, disponibile anche in italiano. Fin dal 2007 Facebook è stato considerato un valido sito di elenchi di indirizzi dalle aziende che hanno creato sul social la loro pagina. All’epoca però la rilevabilità della loro attività era limitata alle connessioni reciproche e alla brand awareness. Con la recente svolta di Facebook, la ricerca su questo nuovo motore è diventata uno strumento molto importante per le attività commerciali.

COME OTTIMIZZARE LA SEO SU FACEBOOK SEARCH?

Migliorare la SEO sul motore di ricerca di Facebook può risultare un aiuto prezioso per le aziende che vogliono far trovare il proprio business sulla piattaforma. Ciò che occorre ad un’azienda che abbia una pagina sul social network per migliorare la propria indicizzazione è decifrare il codice per ottimizzare le pagine business su Facebook. Sfortunatamente, sembra esserci ancora un po’ di “segretezza” riguardo a quali siano i segnali di classificazione nella ricerca di Business Graph su Facebook. La tendenza di questo motore di ricerca sembra essere quella di ponderare post e pagine in base al coinvolgimento degli utenti. Ciò non significa che non esistano altri fattori di ranking nella ricerca.

GLI ANNUNCI DI RICERCA DI FACEBOOK

Nel 2019 Facebook ha iniziato a testare gli annunci di ricerca beta non ancora basati su parole chiave ma usati come estensioni di annunci di feed di notizie. Questo rappresenta un passo avanti rispetto agli annunci di ricerca originali, abbandonati nel 2015.

Facebook nel 2019 è consapevole di due cose fondamentali:

  • lo spazio pubblicitario sui feed di notizie sta diminuendo;
  • un numero di utenti sempre maggiore utilizza la funzione di ricerca.

COME UTILIZZARE IL MOTORE DI RICERCA SU FACEBOOK PER CONOSCERE MEGLIO I POTENZIALI CLIENTI?

Inserendo nella barra in alto di Facebook la parola chiave che ci interessa per la nostra ricerca otterremo un mix di risultati. Si potrà arrivare più facilmente ai contenuti che occorrono utilizzando i filtri che si trovano a sinistra, che sono:

  • post,
  • persone,
  • pagine,
  • gruppi,
  • eventi,
  • luoghi,
  • foto,
  • video,
  • marketplace.

La ricerca si può affinare ulteriormente scegliendo una specifica sorgente, come ad esempio gli amici o i gruppi di cui si fa parte. Inoltre, il filtro temporale può aiutare a non risalire a dati troppo vecchi.

Uno studio del mercato utile ad individuare dei potenziali clienti si può fare cercando i gruppi affini al proprio settore di riferimento o al servizio che si fornisce. Quando si è iscritti ad un gruppo Facebook, si può ricercare una parola chiave e analizzare gli argomenti più discussi dagli utenti e i loro bisogni.

ROSETTA E LE RICERCHE SU FACEBOOK

Facebook come motore di ricerca diverrà ancor più potente con l’introduzione di Rosetta. Rosetta è un’intelligenza artificiale ed un sistema di machine learning che consente di individuare e leggere il testo che si trova all’interno delle foto pubblicate su Facebook e Instagram. Ciò significa non solo che il motore di ricerca sarà in grado di essere più accurato in termini di indicizzazione, ma anche che la profilazione dei potenziali prospect sarà più efficace e più rilevante che mai. Questa tecnologia, infatti, apre scenari molto interessanti per quanto riguarda il targeting per gli inserzionisti.

L’utilizzo della ricerca delle immagini su Facebook permette ad esempio di trovare le persone che mostrano i prodotti di un brand grazie al testo contenuto nelle foto. Addirittura, potrà riconoscere un marchio specifico che sia presente nella foro, anche come sfondo o anche, ad esempio, se indossato dal soggetto raffigurato nell’immagine. Le aziende potranno quindi identificare i clienti che hanno già acquistato articoli del loro brand ai quali inviare offerte e promozioni.